Categorie
Senza categoria

Speciale Tai Chi

Mettiamo a disposizione di tutti voi Italiani e non, in questo momento di crisi, dei video da noi realizzati in questi giorni, affinché possiate imparare a conoscere e a praticare l’arte del Qigong e del Tai Chi che è molto utile nella prevenzione di malattie e nella cura delle stesse.

Tai Chi e Qigong per la salute

Lezioni per tutti voi

Facciamo lezioni in diretta quasi ogni giorno, per avere il link di YouTube ci si può iscrivere al gruppo facebook, Lezioni al Ginkgo, o essere inseriti in un gruppo WhatsApp (Carlo Lopez  – 348 7324633)

28 Marzo 2020

Speciale “respiro”

Respirare è il principale metodo che ognuno di noi ha per avere energia e riprendere le forze

18 Marzo 2020

Lezione base

1) Esercizi Taoisti

2) Yi Gong, Qi Gong

3) Inizio della Forma Yang

19 Marzo 2020

Inizio della Forma Yang

19 Marzo 2020

Qigong e Tai Chi sono uno:

Il Qigong nell’inizio della Forma Yang
14 Marzo 2020

Meditazione
su punti energetici base

Unifichiamo la nostra mente, il nostro essere base

Attiviamo punti energetici base

Elementi della Valle del Tao: Lago

Con Lago scopriamo la nostra capacità di “riflettere”.
La Valle è un antico approccio Taoista alla profondità del nostro essere.

Iscrivetevi al canale Youtube

Carlo Lopez

Categorie
Blog Carlo Lopez Scritti Senza categoria

Sull’esserci o non esserci

Essere o non essere, questo il problema. Ho finalmente compreso le parole di Shakespeare vedendo come molti gettino via se stessi.

Le persone ci sono o non ci sono.

Si impara, col tempo, a comprendere e ad apprezzare chi c’è e a lasciar perdere chi non c’è, sperando un domani possa, dopo aver lavorato su se stesso o su se stessa, esserci.

In riferimento al Tai Chi è più utile avere insegnanti, allievi che ci sono, che altri che appaiono anche bravi tecnicamente, ma quando servono o quando ci sono degli impegni, scompaiono regolarmente.

Le scuse sono tante, dalla morte di un caro, alla perdita del gatto, ai troppi impegni, ai problemi economici.

Perché chi c’è, c’è?

È un problema energetico. Chi c’è è aperto energeticamente e tutto fluisce, tutto si combina e non rovina se stesso con “scuse esterne”.

A chi non c’è accade di tutto, un braccio che fa male, un tallone che impedisce il movimento, un lutto protratto per mesi e mesi. Si fa sopraffare dall’ego distruttivo e ne soccombe sempre e mai si avvede di questi meccanismi, la consapevolezza è offuscata.

Il buonismo di chi osserva tende a giustificare questi comportamenti, ma facendo così si entra in risonanza con colei o colui che non ci sono: è molto meglio dire in faccia quello che si pensa e semplicemente sperare che chi non c’è comprenda che il non esserci è distruttivo principalmente per se stessi.

L’apprezzamento deve esserci per chi c’è, per coloro che danno se stessi per il bene del Tai Chi, degli allievi, degli insegnanti perché hanno compreso che il bene del tutto è il bene per se stessi. 

Onoriamo chi c’è.